Toscana in Concerto:home

Almayer________
Recensione Promo Cd_______

 di V.Sardiello

spazio copertina

Mi giunge solo ora, con notevole ritardo rispetto alla sua uscita, questo promo dei livornesi Almayer. 
Nel frattempo ho potuto constatare quanto la band abbia ulteriormente perfezionato la propria miscela esplosiva di post.punk e progressive rock (mi rendo conto che sono due generi antitetici, ma proprio qui il bello), per cui spero di scrivere prima o poi di un loro eventuale disco ufficiale: se queste sono le premesse... 

    Il promo che ho per le mani contiene 6 tracce pi una senza titolo; il filo che le lega insieme essenzialmente il raffinatissimo drumming, pieno di controtempi, sincopi e tempi dispari, unito ad un atipico (per lo meno di questi tempi) uso di sintetizzatori, in bilico tra ricerca melodica e creazione di atmosfere ammiotiche. Basso (o sovente 2 bassi) e chitarra, completano il quadro, dando al tutto un'impronta pi moderna, segno inequivocabile di ripetuti ascolti di dischi provenienti dall'asse Chicago - Louisville
Ed per rendere il tutto ancora pi strano, la voce di Simone, una sorta di ibrido tra il Robert Smith meno cupo e Tim Kinsella (ex JOan of Arc); come dire: sgraziata ma tremendamente efficace. 
Un consiglio a chi sta leggendo: date una chance agli Almayer, contattateli su almayer2000@hotmail.com e fateli suonare dalle vostre parti, io ho l'impressione che il meglio di se il gruppo lo dia sul palcoscenico. 
In attesa di un nuovo lavoro...


Recensione realizzata da V.Sardiello
per Aktivirus Webzine

contatti: Almayer

||||||

Home